mercoledì 11 luglio 2018

Commento alla Iowa Corn 300

Certe gare non hanno un titolo /// 8 Luglio 2018

NASCAR UPDATE: come da tradizione, inizierò questo topic parlando di NASCAR. O meglio, non è una tradizione *iniziare* parlando di NASCAR, ma dal momento che gli eventi che andrò ad elencare sono antecedenti a quelli di Iowa Corn, ho deciso di parlarne prima.
Una settimana fa, il 1° Luglio, si è svolta la gara di Chicagoland denominata "thehouse.com 400", in cui l'evento più pittoresco è stata la vittoria dello Stage 1 da parte di Aric Almirola... Okay, no, non è stato l'evento più pittoresco, ma di sicuro non è una cosa che succede tutti i giorni.
Lo Stage 2 è stato vinto da Kevin Harvick, che a fine gara sarebbe arrivato terzo, ma appunto il duello per la vittoria è stato uno di quelli di un certo livello, protagonisti Kyle Busch e Kyle Larson.
C'è stato uno scontro piuttosto acceso e, anzi, in senso materiale di scontri ce ne sono stati anche due: Busch e Larson si sono infatti speronati a vicenda e alla fine è stato Busch a spuntarla per la vittoria. Incredibile ma vero, nessuno dei due era particolarmente infastidito dall'accaduto, di conseguenza non ci sono state risse post-gara.
La "Coke Zero 400" di Daytona, invece, si è svolta sabato 7, alla vigilia della gara di Iowa Corn. Ho visto un review di quindici minuti, avendo l'impressione che gli incidenti siano fioccati in quantità industriale, coinvolgendo anche dei soggetti di un certo spessore e spesso coinvolgendo molti soggetti tutti in una volta. Ricky Stenhouse ha chiuso in testa Stage 1 e Stage 2, anche se pare abbia combinato danni random, mentre poi la gara è finita in overtime e... la vittoria è andata a Erik Jones, secondo ha chiuso Martin Truex...
...
...
...
...e terzo...
...
...
...
...oh my holy owl. ç______ç Terzo si è classificato A.J. Allmendinger, quindi questo commento che state leggendo non è vero, è solo una proiezione della vostra mente, perché in concomitanza con il suo piazzamento a podio c'è stata l'Apocalisse e siamo tutti morti.
Peraltro morire mentre Allmendinger tagliava il traguardo in terza posizione sarebbe stato uno spreco, perché il resto della top-10 non è che sia stato di minore livello. Innanzi tutto Kahne e Buescher hanno chiuso la top-5, i Dillon Bros si sono classificati sesto e nono (Austin nono) con Newman ottavo e Bowman decimo.
Non ho citato chi sia arrivato settimo e lo faccio ora: settimo è arrivato Matt Di Benedetto. <3 Tutto ciò è epico. Peccato che Corey Lajoie non abbia approfittato dell'occasione per spaccare il cu*o a tutti e che si sia confermato #JamaisUneJoie, ma non si può avere tutto dalla vita.

IOWA CORN 300: fin da quando, per la prima volta, ebbi occasione di vedere in diretta alcuni giri di una gara su un ovale breve, mi innamorai degli ovali brevi. Era quello di Milwaukee Mile e, per quanto mi riguardava, aveva il suo fascino. Ho sempre pensato che sia un peccato che sia stato eliminato, secondo me aveva il suo perché, ma anche Iowa Corn non è male. E poi ha un nome divertente, che richiama il granturco e il fatto che talvolta in Indycar si sia vista gente che forse avrebbe fatto meglio ad andare a coltivare capi di granturco, piuttosto che stare al volante di una monoposto. ;-)
...
...
...
...Suvvia, non vi indignate, sto scherzando. Tornando a noi, i mini-speedway hanno sempre esercitato su di me un fascino particolare, specie quando a percorrerli sono vetture di Indycar.
All'inizio mi sembrava pazzesca l'idea che si facessero 248(?) giri a Milwaukee Mile e se ne facessero 250 a Iowa Corn (una volta erano 250, non 300), almeno finché non vidi quanto velocemente venissero percorsi.
Iowa Corn è il circuito su cui Helio Castroneves vinse l'anno scorso, dopo anni di digiuno. A meno che non riesca a vincere un'altra Indy 500, rimarrà l'ultima vittoria della sua lunga carriera in Indycar. Ora scusatemi, ma devo andare a prendere un pacchetto di fazzoletti...
...
...
...
...okay, torniamo a noi. Quando arriva Iowa Corn, arrivano anche i ricordi negativi che trascina con sé.
Adesso, ad ogni modo, a Iowa Corn si corre quando qui è domenica sera, non nel sabato sera americano, quando da noi è notte. Non c'è più la decisione: vado a dormire o rimango sveglia in piena notte pur di guardarmela?
In realtà non mi pare di avere mai visto una gara a Iowa Corn in diretta al sabato notte. Gare di NASCAR sì, l'anno scorso, anche se non interamente, ma negli anni passati credo di essere sempre andata a letto. Ricordo di avere seguito un livetiming di Indylights a Iowa Corn, per una giusta causa, ma appunto, quella notte, dopo la Indylights, me ne andai a letto.

GRIGLIA DI PARTENZA:
1^ fila: Power - Newgarden
2^ fila: Hunter-Reay - Pagenaud
3^ fila: Rossi - Dixon
4^ fila: Wickens - Jones
5^ fila: Carpenter - Sato
6^ fila: Hinchcliffe - Rahal
7^ fila: Kanaan - Veach
8^ fila: Bourdais - Chaves
9^ fila: Kimball - Pigot
10^ fila: Andretti - Claman De Melo
11^ fila: Chilton - Leist

GREEN: eravamo destinati a vedere una prima parte di gara moooooolto tranquilla. Gli ovali in genere sono sede di incidenti e devastazione fin dalle loro prime fasi, ma stavolta non è andata così, quindi almeno per una volta ci siamo risparmiati cose del tipo "gli ovali sono troppo pericolosi!!!11!!!! bisognerebbe togliere quelli, non mettere l'halo!!!1!!!!!!", come se stessimo parlando 1) dello stesso campionato, 2) di cose che abbiano una benché minima correlazione l'una con l'altra.
Nuovo Giardino è rimasto in testa al via e la top-5 è rimasta invariata. Forse erano invariati anche oltre, anche se mi pare che Wickens avesse perso una posizione. Y______Y Anche per questo weekend, iniziavo a temere che non avrebbe vinto (in realtà lo sapevo benissimo, dato che ho visto la gara in ritardo di due giorni, venendo preventivamente informata del vincitore già domenica sera dalla bacheca del mio profilo Twitter).
Nel corso dei giri Hinchy ha iniziato a rimontare posizioni, tanto che si è installato, ad un certo punto, al secondo posto, anche se ben lontano da Nuovo Giardino, che da parte sua era impegnato a doppiare chi gli capitasse a tiro.
Il Grande Samurai gli ha fatto perdere un po' di tempo, il che è stylish. I piloti di Indycar possono farlo, anche se a suo tempo Gutierrez è riuscito a farsi insultare da chi gli stava dietro a pieni giri anche lì.
Con Hinchy secondo, Willpowahhhhh era disceso al terzo posto.
Quando ci avvicinavamo al termine del primo stint, permanevano soltanto pochissime vetture a pieni giri...
...
...
...ma non pensiamo ale vetture a pieni giri, pensiamo piuttosto a Veach che, ai box, stava andando a fuoco come a Indianapolis!
Allarme rientrato, dopo una fiammata Veach è tornato in pista, andando ad occupare una posizione di bassa top-ten.
Dopo la sosta, in top-ten c'erano Nuovo Giardino, Hinchy, Saimon, RHR e Spencer Maialotto, con quest'ultimo risalito a un certo punto addirittura in terza posizione! *______* Nel frattempo siamo arrivati al punto in cui solo la top-5 era a pieni giri e, se non ci fossero state delle safety car, forse le vetture a pieni giri sarebbero addirittura diminuite.
Leist e Chaves risultavano ritirati nell'anonimato, mentre sfortunatamente Kanaan era stabilmente in ultima posizione.

VEACH FOR THE CRASH: in realtà non è che abbia fatto niente di che, ma al 139° giro ha verniciato un muretto, con conseguente ingresso della safety car, appunto. Tra una cosa e l'altra c'era chi era riuscito a sdoppiarsi e chi invece era caduto nel dimenticatoio e, dopo il pitstop in regime di safety car, dietro a Nuovo Giardino c'erano Hinch, Spencer Maialotto, il Grande Samurai e RHR a completare la top-5. Seguivano Wiky, Willpowahhhh, Carpentahhhh, Grammo Reale e Saimon in top-10...
...
...
...e, niente, non so se la grafica era sbagliata o cosa, ma dopo il restart Saimon era quinto, quindi ho l'impressione, da quello che avevo visto, che fosse quinto anche quando la grafica lo dava in decima posizione.
Ad ogni modo la top-3 era Nuovo Giardino, Hinch e Spencer Maialotto, con il Grande Samurai che se ne stava più tranquillo del solito (tradotto: niente incidenti).
Poi, tra una cosa e l'altra, più avanti il Grande Samurai, si è portato al terzo posto.

SPENCER MAIALOTTO: ogni gara ha un suo eroe e il suo eroe, a volte, è protagonista anche di gossip, tipo il fatto che suo padre sia inglese, o almeno così mi sembra che abbiano detto i telecronisti. Wicky, tuttavia, è un attention seeker e si è parlato anche di lui e del fatto che Toto Wolff si sia complimentato con lui per i suoi risultati in Indycar...
...
...
...sono molto impressionata da tutto ciò: non credevo che i telecronisti americani di Indycar fossero al corrente dell'esistenza di Toto Wolff, dato che Alonso non ha mai corso per la Mercedes. #SorryNotSorry.
Tornando a noi, Spencer Maialotto si è fatto notare perché nel successivo stint (dopo il 225° giro, quando tutti si sono fermati, intorno a quel momento, per il seguente pitstop) era addirittura in seconda posizione, dietro al solo Nuovo Giardino...
...
...
...ma non era così, a cinquanta giri dalla fine Hinchy ha superato Maialotto e non solo, qualche giro più tardi è anche andato a prendersi la testa della gara! Ormai il momento di gloria di Spencer Maialotto sembrava terminato, ma certe cose non si possono dimenticare. Tuttavia Wicky si è in seguito preso il terzo posto e Wicky in zona podio è aaaaaawwwwwww alla massima potenza.

CARPENTAHHHHH RULES!: a sette giri dalla fine Ed Carpentahhhh ha iniziato a procedere lentamente, facendo entrare una safety car. Un replay, peraltro, ha mostrato che ad un certo punto il Grande Samurai ha sfiorato la sua vettura. In qualche misura, almeno un po', doveva per forza sbattere il naso contro al caos, altrimenti non sarebbe lui.
Ho approfittato della safety car per vedere chi ci fosse ultimo, RHR e Veach figuravano ritirati(?), mentre ultimo non c'era più Kanaan, bensì Zachary Claman Il Mio Nome Occupa Venti Pagine Sull'Elenco Telefonico. Kanaan era tuttavia penultimo, mentre in terzultima posizione...
...
...
...
...non c'era nessuno perché Sonniferetti non esiste veramente, ma il suo nome viene scritto per abbellire la grafica.
In sintesi, durante la safety car, Nuovo Giardino e Wicky sono rientrati ai box, tornando in pista quarto e quinto, dietro a tutte le vetture doppiate, con Hinchy, Spencer Maialotto e il Grande Samurai in top-3.
La gara è finita in regime di safety car, quindi fermarsi ai box non è servito a niente e Spencer Maialotto è riuscito a conquistarsi il podio.

RACE-RECAP: non avete letto la mia sintesi della gara? oppure l'avete letta, ma eravate distratti perché stavate ancora pensando a chi, secondo voi, ce l'ha più lungo tra i Vettelton? No problem, è arrivato il momento di spiegarvi, in sintesi, tramite le presunte voci dei protagonisti, come siano andate le cose...
...
...
...
...perché così è più stylish.
Allmendingahhhhh: "Qualunque cosa possa succedere a Iowa Corn non sarà mai stylish tanto quanto il mio terzo posto. Quindi è inutile che i telecronisti entrino in modalità: OMG quanti sorpassi ci sono oggi!!111!!!!1!!! ignoriamo il fatto che su un ovale ci siano tendenzialmente più sorpassi che sul circuito di Silverstone e approfittiamone per spacciarci per più fighi."
Voce fuori campo: "Però ci sono stati dei sorpassi per la leadership!!111!!11!"
L'Autrice(C): "Nuovo Giardino è partito in pole, è stato davanti per tre quarti di gara, poi Hinchcliffe l'ha sorpassato. Se qualcosa del genere fosse accaduto altrove, non si sarebbe enfatizzata così tanto la cosa."
Il telecronista: "Però noi della Indycar siamo tutti fighi, nelle altre serie non lo è nessuno. Nemmeno tu, Allmendingahhhhh!!111!!!"
Nuovo Giardino: "Va beh, facciamo che imposto la gara in modalità sono in testa industurbato quindi le telecamere non mi inquadrano mai."
Veach: "Dato che Zachary Claman De Karthikeyan non ha ancora verniciato nessun muro, ma sta stabilmente nelle retrovie, credo che dovrò sacrificarmi per una giusta causa."
Nuovo Giardino: "Qualunque cosa succeda, non mi schioderò di qui."
Spencer Maialotto: "Ma io sono più figo di te e se guidassi una vettura rosa sarei un porcellino d'India!"
Voce fuori campo: "Rimpiango i vecchi tempi in cui questa battuta era originale."
L'Autrice(C): "Credo che quei tempi siano passati da una vita."
Spencer Maialotto: "Intanto è passato Hinchy."
Nuovo Giardino: "Anch'io l'ho visto passare."
Ed Carpentahhhhh: "Questi sono tempi difficili per noi vecchietti, nessuno ci prende minimamente in considerazione, credo che dovrò rallentare per protesta. E tu, Grande Samurai, dammi subito un bacio."
Il telecronista: "In questo momento Hinchy spera che non entri la safety car."
Tre.
Due.
Uno.
Mazzoni-effect.
Nuovo Giardino: "Credo che sia saggio entrare ai box con la safety car."
Wicky: "Anch'io credo che farò la stessa cosa."
Spencer Maialotto: "Perfetto, così io e il Grande Samurai possiamo salire sl podio al posto vostro!"
Nuovo Giardino: "Wicky, pensi anche tu quello che penso io?"
Wicky: "Che fortunatamente le nostre vetture non sono rosse, quindi non si parlerà per una settimana intera del fatto che i nostri team hanno toppato strategia?"
Nuovo Giardino: "Esatto, mi hai rubato le parole di bocca. Stop appropriating everything!!!11!!!"
Wicky: "Ma tu sei americano, non hai una cultura, non posso appropriarmi culturalmente di ciò che ti appartiene, perché non ti appartiene nulla."
Nuovo Giardino: "La cosa preoccupante è che l'unico non occidentale è il Grande Samurai, quindi è l'unico che possieda qualcosa. Peccato che abbia anche bombardato Indianapolis nel memorial weekend."
Il Grande Samurai: "Tunz tunz tunz, io bevo champagne e voi no!!!!11!!!!11! e ho anche baciato Ed Carpentahhhh!"

RISULTATO: 1. James Hinchcliffe (Schmidt), 2. Spencer Pigot (Carpenter), 3. Takuma Sato (Rahal), 4. Josef Newgarden (Penske), 5. Robert Wickens (Schmidt), 6. Will Power (Penske), 7. Graham Rahal (Rahal), 8. Simon Pagenaud (Penske), 9. Alexander Rossi (Andretti), 10. Ed Carpenter (Carpenter), 11. Sebastien Bourdais (Coyne), 12. Scott Dixon (Ganassi), 13. Ed Jones (Ganassi), 14. Charlie Kimball (Carlin), 15. Max Chilton (Carlin), 16. Marco Andretti (Andretti/ Herta), 17. Tony Kanaan (Foyt), 18. Zachary Claman De Melo (Coyne), 19. Ryan Hunter-Reay (Andretti), 20. Zach Veach (Andretti), 21. Gabby Chaves (Harding), 22. Matheus Leist (Foyt).

Nessun commento:

Posta un commento