Pagine

lunedì 2 luglio 2018

Commento al Gran Premio d'Austria

Top-5 haas got double power /// 1 Luglio 2018

Grazie, mondiali di calcio. Da quando sono iniziati mi è capitato solo una volta di vedere UN TEMPO quasi completo di una partita, ma grazie comunque. Se non ci fossero i mondiali di calcio, si parlerebbe ancora di questioni risalenti alla scorsa settimana, per esempio il fatto che, come avviene nel 99% dei casi in cui c'è un incidente, ci sia gente non coinvolta nell'incidente che ne parla. Mi sembrerebbe un evento di routine, ma a quanto pare l'accoglienza ricevuta non è stata tale.
A questo proposito direi di rinfrescare un po' la memoria ai miei lettori su quello che succede dopo un incidente tra A e B.
Domenica:
A: "tutta kolpahhhhh di B!!!111!!!"
B: "tutta kolpahhhhh di A!!!111!!!!"
C: "A (uno a caso dei due) dovrebbe essere radiato dalle competizioni!!!11!"
D: "Tunz tunz tunz!!11!!! ho crashato anch'io, ma siccome a nessuno importa niente dei piloti franco-svizzeri che guidano la Haas, nessuno ci ha fatto caso!!111!!"
Da lunedì a mercoledì: polemiche via stampa.
Per un'altra settimana se c'erano due settimane in mezzo: polemiche via stampa, a meno che non emerga un altro argomento di cui parlare.
Giovedì, in conferenza stampa:
A: "Confermo, è tutta kolpahhhh di B."
B: "Come hai detto? Scusa, non ti ho sentito, stavo guardando le foto che mi hai appena inviato."
C: "Sono del parere che A e B dovrebbero essere radiati entrambi. Si stanno scambiando immagini di gattini appena nati e non mi hanno messo in copia."
A: "Aspetta, li passiamo anche a te."
C: "AAAAAAAAAAWWWWWWWWWWWWW."
B: "Ho anche alcune foto di pulcini. Se vuoi ti passo anche quelle."
D: "AAAAAAAWWWWWWW, i pulcini! Quando avrò smesso di crashare al volante di vetture americane saranno già grandi abbastanza da finire in pentola."
Per intenderci: non mi preoccupa minimamente il fatto che i piloti coinvolti e non coinvolti in un incidente si parlino dietro l'uno con l'altro e che vengano istigati dalla stampa a continuare a farlo. Succede da sempre. L'unica differenza è che una volta non c'erano migliaia di persone che continuavano a parlarne per una settimana su Facebook, Twitter, inserire altre decine di social o siti web in coda a questa frase.
Con questo non voglio essere critica nei confronti dei social (a parte la mia volontà di non iscrivermi a facebook, non ho problemi con Twitter, anzi, io stessa lo utilizzo), semplicemente vorrei far notare che il modo in cui viviamo certe cose al giorno d'oggi è diverso da quello in cui le stesse cose venivano viste una volta. Fino all'epoca pre-smartphone, in cui c'era gente che non sapeva usare un computer, che non aveva voglia di usarlo o che preferiva usare internet dal computer per cose più importanti della Formula 1 (tipo scambiarsi via email foto di gatti e pulcini, certe cose non sono cambiate) erano di meno le persone che commentavano la Formula 1 in rete. Non che quelle che la commentavano fossero di cultura particolarmente elevata, stando a quanto ricordo, ma il fenomeno rimaneva circoscritto al blog motoristico dove commentavano. Adesso c'è gente che sta sui social, magari con tanto di nome e cognome, che salta dal parlare di una cosa all'altra sui propri profili social. Ciò che un pilota diceva vent'anni fa veniva FORSE ripetuto in telecronaca due settimane dopo, dieci anni fa se ne sarebbe parlato soltanto su siti appositi, al giorno d'oggi qualunque cosa dica diventa virale.
Era meglio prima? Era meglio adesso? Non lo so, probabilmente ogni epoca ha avuto i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. Se vivessimo nel mondo di venti o trent'anni fa, probabilmente non sapremmo nulla della personalità dei piloti attuali e forse non sapremmo nemmeno che faccia hanno alcuni di loro. Ancora più grave, non sapremmo minimamente che anni fa Ericsson è stato messo a terra da un pollo gigante mentre era in bicicletta e non potrei scrivere battute a proposito del fatto che Ericsson sia il pollo gigante in incognito.
In realtà anche nell'epoca iniziale dei commenti ai gran premi non avrei saputo queste cose, però quantomeno potevo sopperire alla mia ignoranza in materia tramite approfondimenti sul gossip dei piloti a cura di Mazzoni...
...
...
...
...Mazzoni, grande narratore di storie dei circuiti. ç_________ç Devo ammettere che ne sento la mancanza, anche se nulla sarà terribile come il gran premio di Singapore senza di lui.

F1 @ ZELTWEG: il GP d'Austria, nel corso della storia, si svolto su due diversi circuiti, l'Airfield Zeltweg e l'Österreichring/ A1 Ring/ Spielberg/ Redbullring, più volte modificato, sempre nei pressi di Zeltweg. All'Airfield si gareggiò nel 1963 (gara non valida per il campionato) e nel 1964 (Stavolta sì), con vittorie di Jack Brabham e Lorenzo Bandini.
Sul circuito di Spielberg si gareggiò nei periodi 1970-1987, 1997-2003 e dal 2014 in poi.
Vincitori del primo periodo: Jacky Ickx (1970), Jo Siffert (1971), Emerson Fittipaldi (1972), Ronnie Peterson (1973), Carlos Reutemann (1974), Vittorio Brambilla (1975), John Watson (1976), Alan Jones (1977 e 1979), Ronnie Peterson (1978), Jean-Pierre Jabouille (1980), Jacques Laffite (1981), Elio De Angelis (1982), Alain Prost (1983, 1985 e 1986), Niki Lauda (1984), Nigel Mansell (1987).
Vincitori del secondo periodo: Jacques Villeneuve (1997), Mika Hakkinen (1998 e 2000), Eddie Irvine (1999), David Coulthard (2001), Michael Schumacher (2002 e 2003).
Sarò sincera, nel periodo fine anni '90- inizio anni '00 non mi rimase particolarmente impresso. Ricordo vagamente di un crash tra le due McLaren di Hakkinen e Coulthard, con conseguenti polemiche, nel 1999, e che vine Irvine. Ricordo che M.Schumacher finì fuori alla prima curva nel 2000 e che si ripeté anche a Hockenheim due(?) settimane dopo. Ricordo che nel 2002 ci fu un controverso ordine di scuderia tra Schumacher e Barrichello, sul quale direi di soprassedere...
...
...
...
...poi venne il 2014. Venne il "ripescaggio" di questa location d'altri tempi, su un circuito revisionato ancora una volta e di proprietà della Redbull. Venne un sabato di giugno in cui Raffaela Massa correva sui tacchi a spillo tenendo Felipinho in braccio, per andare a raggiungere il suo consorte, autore a sorpresa della pole position, in una prima fila tutta Williams in una stagione di dominio Mercedes.
Il giorno dopo le cose cambiarono: dopotutto se hai una vettura meno competitiva perché mai dovresti cercare quantomeno di non facilitare le cose ai tuoi avversari facendoti anche undercuttare?
Risultato: nello spazio di un pit-stop, Massa si ritrovò dietro a Rosberg. E a Bottas. E a Hamilton. Poi quest'ultimo superò anche Bo77as e la Williams portò a casa un semplice terzo e quarto posto.
Il 2015 non riservò particolari sorprese, il che significa, tra le righe, che nessun outsider andò a prendersi la pole. Non ricordo molto del 2015 il che è molto grave, a mio parere: rimasto invariato l'ordine dei primi due, salì sul podio Massa in terza posizione. Perché non ricordo nulla di tutto ciò?
Il 2016 passò sicuramente maggiormente alla storia, per via del 10° posto di Wehrlein al volante di una Manor. Ora, so cosa state per dirmi, ovvero che l'incidente tra i Rosbilton all'ultimo giro fu sicuramente qualcosa che saltò più all'occhio di Wehrlein. Io, però, provo da sempre più interesse per gli eventi che capitano una volta sola, piuttosto che quelli di routine tipo gli incidenti tra i Rosbilton (anche se i Perocon in seguito mostrarono ben altri standard). In conclusione vinse Hamilton davanti a Verstappino e a Raikkonen. Nel 2017 vinse Bo77as. Secondo Vettel si era macchiato del terribile reato di jump-start. Secondo i sensori presenti sulla griglia di partenza, non aveva commesso un simile crimine contro l'umanità. Che poi, mi chiedo: i piloti, quando partono per un gran premio, non hanno altro da fare che preoccuparsi di jump-start e incidenti altrui? Va beh, soprassediamo, riassumiamo i vincitori del terzo periodo: Nico Rosberg (2014 e 2015), Lewis Hamilton (2016), Valtteri Bottas (2017), quindi solo vittorie Mercedes dal ritorno del GP d'Austria.

L'ATTESA: è stato un weekend con SoVrApPoSiZiOn3 F1/MotoGP, quindi venerdì alla radio non speravo nemmeno che nei notiziari orari ci fossero accenni alla Formula 1, dato che se ci fosse stato qualche accenno sarebbe stato piuttosto relativamente al motomondiale.
Verstappino: "Toglietemi una curiosità, cos'abbiamo in meno dei piloti del motomondiale?"
Gangster Rapper: "Non siamo spagnoli."
Verstappino: "Ma Fernando lo è!"
Sebby: "Leave the space, leave the space!"
Ferni: "All the time you have to leave the space!"
Sebby: "Blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue flags, blue fl-..."
Gangster Rapper: "Per cortesia, qualcuno lo fermi infilandogli in bocca gli occhiali di Gutierrez."
Verstappino: "AAAAAAAAAAAAAWWWWWWWWW!"
Gangster Rapper: "Ti senti bene?"
Verstappino: "Sìììììì, Guti è tanto dolce e kawaii! *-* Ed è un nerd, quindi probabilmente è stato a scuola."
Gangster Rapper: "Tutto tempo sprecato, non credi?"
Fanboyz: "Magari a scuola avrà imparato che anch'io sono spagnolo."
Verstappino: "Io invece ho imparato che devi essere soppresso a colpi di biberon, perché io sono figo e tu nohhhh!!!!11!!!11!"
Fanboyz: "Adesso vado a farmi consolare da Hulk..."
Stoffy che dorme in un van: "Non ci pensare nemmeno. Hulk ama solo me. <3 E sta per raggiungermi nel mio van."
Dani-Smile: "Questa è l'ennesima dimostrazione che Hulk non è un vero principe, altrimenti sarebbe affascinato solo dai figonihhhh beliximihhhh come me!!!11!!!11! e non da uno sfigatello che guida la McLaren."
Voce fuori campo: "Di recente anche il tuo nome è stato accostato alla McLaren."
Altra voce fuori campo: "E anche quello di Iceman."
L'Autrice(C): "Quindi il fatto che ci siano rumour a proposito di Iceman presso altre scuderie fanno sì che anche i tifosi di Leclerc possano andarsene in giro senza rischiare di essere insultati per via dei rumour della scorsa settimana?"

DISCLAIMER A PROPOSITO DI LECLERC: tifosi di Leclerc, tifosi di Leclerc, perché questo argomento mi ricorda qualcosa? Ah, già, perché ci sono alcune cose che vorrei chiarire, dato che la mia categoria viene tacciata di essere una schiera di bimbiminchia sovversivi che pensano che costui sia il miglior pilota di sempre, il miglior pilota attuale o qualcuno che merita un volante in un top team più di altri. Non posso parlare a nomi di tutti, ma posso 1) fare un discorso oggettivo piuttosto breve, 2) fare un discorso soggettivo per spiegare che cosa mi ha portato a diventare una sua tifosa.
Da persona che segue le serie minori, come Formula 2, GP3, Formula 3, almeno a livello di highlights e di risultati, penso di potere dire se un pilota ha un buon curriculum pre-F1 oppure no, o se è un pilota che sa adattarsi velocemente a una nuova categoria oppure no. Mi sembra che Leclerc abbia entrambi i requisiti. In F1 sta ottenendo risultati di tutto rispetto, e dati oggettivi alla mano la sua posizione media di qualifica e di gara è evidentemente migliore di quella di Ericsson. Prima che mi rispondiate che Ericsson è Ericsson, vorrei precisare che, sempre dati oggettivi alla mano, la posizione media di qualifica e il risultato medio di Ericsson, in termini statistici, è stata analoga a quella di Nasr nel 2016 e di mezza posizione di media peggiore di Wehrlein nel 2017. Nasr e Wehrlein non hanno esattamente la reputazione di essere degli scarsi. Al momento attuale, Leclerc sta facendo in proporzione di meglio di quanto abbiano fatto loro.
Credo che Leclerc abbia il potenziale per fare bene in un top-team, almeno a livello di seconda guida che fa punti e garantisce risultati (cfr. Rubens Barrichello, cfr. Mark Webber), ma come tutti i piloti di team di bassa classifica corre il rischio di non avere un volante nei prossimi anni, allo stesso modo in cui hanno perso il volante quelli che sono venuti prima di lui. La realtà dei fatti è che i piloti che sono in un top-team adesso invecchieranno e un giorno saranno troppo vecchi per occupare il posto che occupano attualmente. Leclerc rientra nella categoria dei piloti che potrebbero essere un giorno un loro eventuale rimpiazzo, dato che con l'esclusione di Verstappen suo coetaneo ha tra gli otto e i diciotto anni in meno degli altri piloti dei top-team.
Le strade che ha per arrivare in un top-team sono: 1) arrivarci in tempi brevi, 2) arrivarci in tempi lunghi rimanendo in Sauber se la Sauber lo conferma per i prossimi anni, 3) passare per un team di medio livello (se sapete citarmi delle buone ragioni per cui Leclerc non meriterebbe almeno un volante alla Haas e per cui alla Haas avrebbe fatto meno punti di quanti non ne abbia Grosjean al giorno d'oggi sono lieta di ascoltare le vostre ragioni - N.d.A.: questo paragrafo è stato abbozzato venerdì), con l'effetto che, quantomeno, se non dovesse mai raggiungere un top-team, avrebbe buone chance di rimanere in Formula 1 a fare quello che hanno fatto a loro tempo piloti tipo Fisichella e Trulli, tanto per fare un esempio.
Dal punto di vista soggettivo, vedere attualmente Leclerc in Formula 1 non mi ha lasciata indifferente dal punto di vista dei risultati. Nel corso degli ultimi quindici anni, ovvero da quando ho un po' di senso critico che vada oltre la prima fila, mi è capitato in alcune occasioni di pensare "questo farà strada", nel valutare i risultati di piloti che non stavano in scuderie di prima fascia. Non tutti hanno fatto strada nel senso comunemente riconosciuto del termine, ma c'è stato anche chi ha sprecato il proprio potenziale (uno che in un top-team ha combinato macelli e che adesso si accontenta di qualche podio in Force India, per esempio).
Sono pronta a rimangiarmi i miei elogi, in certe occasioni. Ci fu una volta in cui mi dissi: "su Button mi ero sbagliata, non vincerà mai nulla e presto uscirà di scena". Era la fine del 2008, quindi venne fuori che in realtà era proprio quel giudizio negativo quello che avevo toppato. Con questo, non sono una guru, le mie valutazioni sono influenzate dal mio pensiero soggettivo, ma rimane il fatto che 1) l'effetto che mi fa Leclerc come pilota me l'hanno fatto anche altri, 2) è un discorso che è uscito mesi dopo rispetto al momento in cui ho capito che sarei finita a tifare per lui di cui parlerò tra poco, 3) per alcuni dei piloti per cui ho avuto questi pensieri non solo non ho mai tifato, ma non ho addirittura neanche mai simpatizzato, 4) tutto ciò è un mio diritto perché è dal 2012 che attendo qualcuno che metta a tacere la voce secondo cui Nicolas Todt porta in Formula 1 soltanto piloti scarsi e FORSE questa è la volta buona e anche di questo parlerò tra poco perché è importante.
Per il resto, dal punto di vista soggettivo, nel 2006 provai un colpo di fulmine motoristico nei confronti di Felipe Massa. Vi chiederete cosa c'entra, ma c'entra, perché se non avessi mai tifato per Massa probabilmente non avrei mai tifato Leclerc. All'epoca speravo che Massa potesse ottenere buoni risultati, ma non era quella la ragione per cui lo tifavo. Non era una scelta volontaria e razionale, né lo trovavo particolarmente affascinante come uomo (anzi, se quello fosse stato il mio parametro, Jenson Button vita natural durante). Semplicemente la sua aria da ragazzino, l'aria spaesata che aveva sul podio e il fatto che fosse caratterialmente più aperto di altri mi colpiva. Se mi avesse colpito qualcun altro destinato a uscire in tempi brevi dalla Formula 1, non sarei stata altrettanto fortunata, ma è andata a finire che ha gareggiato in Formula 1 fino al 2017. Quando Massa arrivò in Ferrari, in molti lo accusavano di essere stato scelto solo perché Nicolas Todt era il suo manager quindi doveva essere scarso. Nel periodo di maggiore successo naturalmente questo discorso cadde nel dimenticatoio al punto tale che lo scoprii solo molti anni dopo, ma poi per estensione la reputazione di "scarso che gareggia in Formula 1 solo per Nicolas Todt" venne appioppata anche a Jules Bianchi, peraltro anche in largo anticipo sul suo debutto. Mi ritrovai con un erede di Massa, che nei miei sogni un giorno avrebbe dimostrato che i pregiudizi contro la gang di Todt Jr (o meglio, contro i membri della gang di Todt Jr che non hanno mai fatto parlare di sé per altre ragioni, perché quel tipo bruttohhhh e kattivohhhh che faceva tanti incidenti veniva ridicolizzato per gli incidenti, per i petrolieri venezuelani e talvolta per le sue presunte opinioni politiche, non certo per il suo manager che era sempre lo stesso) erano semplici pregiudizi.
Mi ritrovai a vedere Bianchi come l'erede di Massa e come "il futuro" della Formula 1. Se prima avevo pensato che, esaurita la carriera in Formula 1 di Massa non avrei più tifato per nessuno per poi smentirmi da sola, dopo la sua morte a maggior ragione ero intenzionata a non tifare più per nessuno. Il caso ha voluto che avessi sentito parlare per la prima volta di Charles Leclerc su Tumblr, quando una ragazza francese condivise un tweet in cui Leclerc aveva postato una foto di sé stesso insieme ai suoi due fratelli e al fratello di Jules Bianchi. Da lì scoprii che era un pilota emergente all'epoca 17enne e che i suoi familiari sono amici dei familiari di Bianchi. Non pensavo che nel giro di pochi anni quell'anonimo ragazzino sarebbe arrivato in Formula 1 e, in realtà, all'epoca il mio interesse per le serie minori non era molto elevato. Averlo visto gareggiare in Formula 2 nel 2017 ha contribuito a farmi un'opinione positiva su di lui come pilota, ma non a rendermi una sua tifosa. A rendermi sua tifosa è il fatto di vederlo come l'erede di Bianchi che a suo tempo vedevo come l'erede di Massa. Andare in brodo di giuggiole nel vedere una sua intervista al TG il giorno della presentazione della Sauber non era il mio obiettivo. Però è successo, mesi fa, e ho sentito di non avere controllo sulla situazione. Per ironia della sorte, se fosse stato un backmarker in senso stretto, in stile Gutierrez o giù di lì, sarebbe stato più "facile" essere una sua tifosa. Una volta una ragazza a cui scrissi di essere una fan di Leclerc, mi disse che sì, pensava che era talentuoso, quindi che fosse degno di essere tifato. Altre persone mi chiedono perché Leclerc e non [inserire pilota random più famoso di lui], che è più in vista e quindi più meritevole di essere tifato. Altri addirittura mi vedono come una sostenitrice di Leclerc al solo scopo di screditare Raikkonen, da quando ci sono stati rumour su un suo ipotetico futuro in Ferrari (rumour a cui potrei iniziare a credere soltanto in occasione del primo GP stagionale, se accadesse). Dunque, su questa faccenda ho alcune cose da dire: 1) sicuramente mi piacerebbe vedere Leclerc in un team migliore della Sauber, 2) questo non significa che il team dovrebbe essere per forza la Ferrari, 3) se lo fosse sicuramente gradirei vedere Leclerc al posto di uno dei due attuali piloti Ferrari, 4) "uno dei due attuali piloti Ferrari" non è necessariamente sinonimo di Raikkonen, 5) il fatto che uno dei due attuali piloti Ferrari non sia più in Ferrari in futuro non significa necessariamente uno scenario in cui è stato cacciato contro la propria volontà, ma anche qualsiasi altro possibile scenario, per esempio un passaggio in un altro team, 6) se anche Leclerc dovesse sostituire Raikkonen, in qualche momento, nei prossimi anni, questo non significa necessariamente che avvenga prima che la carriera di Raikkonen abbia raggiunto il suo esaurimento naturale, 7) non ho l'abitudine di vedere la carriera di un pilota in funzione di quella di un altro, né ho particolari legami con un team al punto tale da pensare che se più piloti puntano a uno specifico volante, la carriera di chi non lo otterrà ne venga stroncata, 8) ultima cosa ma non meno importante, è abbastanza normale che, quando in Formula 1 c'è qualcuno che ha dai 35 anni in su, ci siano dei rumour su un suo ipotetico ritiro imminente, e per quanto questa cosa possa essere stressante non mi pare che si tratti di una novità assoluta. Fine della spiegazione, possiamo passare oltre.

MAKING-OFF: venerdì, contrariamente a tutte le mie aspettative, ho sentito parlare di Formula 1 nel notiziario, anche se va detto che è stato necessario attendere fino alle 19.00, mentre delle prove libere della MotoGP se ne è parlato la prima volta alle 13.00 (in ogni caso anche di quella meno di quanto non sia successo in altre occasioni).
La radio mi ha comunicato che Hamilton era rimasto in testa alla classifica dei migliori tempi anche dopo la seconda sessione di prove libere...
Mhm... se mi dici che ci è RIMASTO, sembra che tu mi abbia già informato di quello che era successo in precedenza. Invece no, quello che era successo prima era stato fino a quel momento il nulla cosmico (Hamilton - Bottas - Verstappino - Vettel - Ricciardo - Raikkonen /// strano non avere sentito parlare di quella sessione di prove libere, comunque, vista la presenza di Kubica in pista al posto di Sirotkin). La radio mi ha informata che Hamilton aveva fatto il miglior tempo davanti al compagno di squadra "Bostas", con terzo tempo di Vettel e a seguire le Redbull e Raikkonen.
Le cose sono cambiate con la sessione del sabato, che si è SoVrApPoStA all'ora di pranzo e di cui ho appreso quando sono andata a vedere i risultati nel momento in cui iniziavano le qualifiche. Ne è venuto fuori uno scenario da #MondialeInTasca, in cui Vettel aveva fatto il miglior tempo...
...
...
...
...poi è giunta l'ora delle qualifiche, ho trovato uno streaming funzionante che trasmetteva ESPN, la versione americana, sulla quale viene trasmessa la telecronaca di Sky Sport UK, ma con un pre-gara e un post-gara breve. L'essenziale, comunque, era vedere le qualifiche, quindi mi sono preparata moralmente per quello che avremmo visto. Le qualifiche sono facilmente sintetizzabili:
> in Q1 a nessuno che disponesse di una vettura grigia o rossa interessava fare tempi da urlo, né scendere in pista nei minuti finali, perché tanto sarebbe andato fuori qualcun altro, il tutto mentre i telecronisti parlavano del fatto che fosse la 200esima gara della storia della Force India, che Fisichella aveva vinto la 200esima(?) della Jordan e chissà se la Force India poteva ripetersi;
> facciamo di no, perché Checo non è neanche andato in Q2, andando anche lui a dormire nel van di Stoffy, in compagnia di hacker russi, cantanti pop e polli giganti, mentre i telecronisti osservavano che Stoffy lo sta prendendo in quel posto da Alonso in qualifica da una vita (concordo, anche considerando il fatto che se Massa o Raikkonen avessero avuto 8 punti in classifica mentre Alonso ne aveva 32, a loro tempo, sarebbero stati demoliti dalla stampa e dall'opinione pubblica);
> i compagni di squadra di quelli usciti prima sono usciti, in ordine sparso, in Q2, facendo sì che andassero avanti soltanto Mercedes, Ferrari, Redbull, Haas e Renault /// Posizioni dall'11^ alla 20^: Ocon - Gasly - Leclerc - Alonso - Stroll - Vandoorne - Perez - Sirotkin - Hartley - Ericsson, il che tradotto significa che anche dovendo scontare cinque posizioni di penalità per sostituzione del cambio Leclerc sarebbe partito davanti a Ericsson;
> Gangster Hammi aveva fatto il miglior tempo in Q1 e gli occhi azzurro shocking di Vettel avevano brillato altrettanto in Q2, nonostante Vettel fosse impegnato a litigare con Carlito nel frattempo, quindi apparivano i favoriti per la pole, tuttavia Bo77as non era d'accordo con loro e per il secondo anno di seguito si è appropriato della prima posizione /// Top-ten: Bottas - Hamilton - Vettel - Raikkonen - Verstappen - Grosjean *inchino* - Ricciardo - Magnussen - Sainz - Hulkenberg;
> dal momento che non è bello rallentare i piccoli fanboy di Alonso che stanno nascondendo il biberon sotto al sedile perché ancora triggerati dall'avere condiviso il box con Verstappino, Vettel è stato penalizzato per il misfatto e il verdetto dei commissari è stato di tre posizioni sulla griglia di partenza, ovvero partenza di fianco a RoGro;
> mentre Vettel cercava disperatamente una piscina piena di acqua benedetta in cui buttarsi stringendo a sé un cornetto portafortuna, in giro per il web alcuni fanboy commentavano la notizia parlando del fatto che la Formula 1 è morta e che Raikkonen non deve essere sostituito (la faccenda della morte della Formula 1 non mi stupisce perché la Formula 1 è morta almeno venti volte negli ultimi mesi, ma non mi è chiaro in nessun modo come il rallentamento Vettel/Sainz e il futuro di Raikkonen avessero il benché minimo collegamento);
> Breaking-news: pare che tra i Redbull Bros ci sia stato un mezzo lancio di piatti dovuto al fatto che il team avesse chiesto a Verstappino di far passare Ricciardo in qualche momento delle qualifiche e che Verstappino non l'abbia fatto, rallentando così il suo sorridente compagno di squadra... c'è chi è andato a scomodare gli Hamonso all'Hungaroring 2007 e, considerando la diversa rilevanza mediatica avuta dalle due circostanze, ho iniziato a pensare che si stesse esagerando abbastanza;
> la mia conclusione sulle qualifiche è stata che domenica avremmo visto Bo77as rimanere davanti a Hamilton solo se qualcuno si fosse messo tra di loro al via (anche se la retrocessione di Vettel, che mi sembrava il candidato più verosimile, ha fatto diminuire la già poca fiducia che avevo in questa eventualità) oppure se Bo77as avesse fatto coming-out come vampiro, minacciando di azzannare il suo compagno di squadra.

TUAILAIT: c'era una volta una graziosissima fanciulla con i capelli color cioccolato, che aveva un padre totalmente incapace di fare qualsiasi lavoro di casa, con il quale viveva in un paesino sconosciuto e nebbioso dove tutti andavano in giro su fuoristrada scassati stile anni '40, di quelli che si vedono nei film simil-western moderni, in cui esiste qualche texano che si rende conto che nel 2018 esistono mezzi di trasporto più efficienti del cavallo. Il sogno della graziosissima fanciulla era fidanzarsi con il ragazzo più pallido e asociale della scuola, con una mentalità ottocentesca sul ruolo della donna. Infatti quel ragazzo pallido era ottocentesco e aveva talmente tanta vodka in corpo da non accorgersi che la graziosissima fanciulla era in realtà un graziosissimo fanciullo, la cui capacità o meno di suo padre di fare lavori di casa era irrilevante, dato che il grazioso fanciullo, infastidito dalla sua presenza ossessiva e attira-telecamere aveva rinchiuso il padre in cantina per non averlo sempre tra le scatole.
Ai due bastò un incrocio di sguardi per innamorarsi a prima vista:
"Aaaawwww, Bella."
"Cosa?"
"La tua collana da rapper!"
"Aaaaawwww, Eddie."
"What?!"
"Irvine. Tu sei una seconda guida, no?"
Il ragazzo pallido fece un potente ruggito, come quelli delle marmotte assassine canadesi.
"Non so se sono una seconda guida o meno, ma tu sei proprio un bel prosciuttello. Sei fortunato che sono vegetariano - mangio solo carne di renna e la mando giù con la vodka - altrimenti ti sarei già saltato addosso."
"Sììììì, ti prego, saltami addosso! *______* Non vedo l'ora."
"Solo quando saremo sposati. Io sono un tipo all'antica."
"Che pa**e, Britney Bitch non era così antiquato. Quando gli chiedevo di saltarmi addosso lo faceva senza esitare. AAAAAAWWWWWW."
"Smettila di pensare alle kattivehhhh kompagniehhh. Io e te siamo fatti per stare insieme. #TantoAmmmmmore. Comunque un giorno ti sposerò e partorirai un figlio mutante mezzo umano e mezzo vampiro, assistito personalmente da me e da Fernando."
"Perché proprio da Fernando?"
"Perché con la barba che ha mi sembra molto credibile nel ruolo di licantropo."
"Oh. My. Dani. Smile."
"Concordo con le tue parole. Ora scusami, ma dobbiamo andare a farci intervistare da Webbi. Attento a non farti investire da un fuoristrada di passaggio, non voglio che tutti mi vedano mentre spicco il volo per salvarti."
In quel momento passò di lì un figonehhhh biondohhhh con gli occhi azzurro shocking che, strusciandosi contro Webbi, si mise a fare il guastafeste, dichiarando che il prosciuttello era troppo sorridente per potere interpretare Bella Swan e che casomai quell'identità poteva essere appioppata al suo amico glaciale.
Il ragazzo pallidissimo urlò un "AAAAAWWWWW" alla massima potenza, dopodiché si mise a ruggire e dichiarò che si era innamorato del prosciuttello perché aveva un odore molto forte. Il prosciuttello, preoccupato, corse immediatamente a farsi una doccia. Quando tornò, il ragazzo pallidissimo lo invitò a fare una partita a baseball.
"Sei sicuro che sia una buona idea?"
"In effetti no, perché non c'è un temporale in corso."
"Aveva ragione Bernie, serviva la pioggia artificiale."
Durante la partita di baseball furono attaccati da Kmag, un vampirohhhh kattivohhhh, dato che non guidava per un top-team, quindi non poteva essere un personaggio principale, discriminante nel dividere i buoni dai kattivihhhh. Il ragazzo pallidissimo minacciò di decapitarlo e Hulkenberg che passava di lì gli fece un applauso. Il prosciuttello vide tutta la sua vita scorrergli davanti agli occhi e, pensando a Sutil, si sentì come se avesse ricevuto una botta in testa. Svenne e, quando tornò in sé, tutto era già finito a tarallucci e vino.
Solo il ragazzo pallido ebbe qualcosa di cui lamentarsi: sosteneva che il vino fosse come collutorio per i suoi standard e che ci volesse un po' di vodka. Quindi se ne andò, dichiarando che sarebbe tornato solo se il prosciuttello si fosse buttato giù da un dirupo, per fargli la predica e ricordargli che il bungee-jumping era pericoloso, perché ci si lanciava senza l'halo. Il prosciuttello gli suggerì piuttosto di recarsi in Toscana, per sfidare vampiri originari dell'Europa dell'est. Il loro leader era Vitaly Petrov, quindi anche i licantropi guidati da Fernando lo odiavano.
Mentre si scolava una bottiglia di Chianti allungato con la vodka, il ragazzo pallidissimo si dimenticò momentaneamente del prosciuttello, che si fidanzò con il licantropo Fernando! #PlotTwist!
Entrarono a scuola mano nella mano e Britney Bitch lo ridicolizzò.
"Sei caduto molto in basso, adesso che frequenti vampiri e licantropi, quando avresti potuto avere un principe azzurro tutto per te!"
Il prosciuttello gli fece il gesto dell'ombrello e poi cadde in basso: era inciampato lungo le scale. Venne soccorso dal ragazzo pallido tornato perché Kmag aveva deciso di trasformare in vampiri gente a caso tanto per fare qualcosa. La gente a caso erano Stroll e Verstappino, per tale ragione i nuovi vampiri venivano definiti "neonati" ed erano difficili da tenere sotto controllo perché volevano sempre il biberon pieno di sangue.
Il ragazzo pallido prese una decisione drastica:
"Non pensi, Fernando, che dovremmo allearci a caso per mettere fine a questo scempio?"
"Concordo, un tempo i neonati bevevano solo il latte con il biberon."
"Tutti addosso a Kmag!!!!11!!11!!"
Hulkenberg stappò una bottiglia di champagne per festeggiare. Lo champagne corse via rifiutandosi di essere bevuto, dato che non era arrivato in top-3.
Il prosciuttello, nel frattempo, pensava intensamente ai suoi spasimanti e alla sua volontà di partorire un mezzo vampiro. Poi tornò in sé e corse via, sperando che arrivasse in fretta la domenica e che Brendon Bitch partisse in ultima fila per una penalità a caso.
"Perché?!" domandò Brendon Bitch, che passava per caso.
"Così, tanto per divertimento" rispose il prosciuttello.
Poi decise che il suo vero ammmmmmore era il ragazzo pallido con l'aria da serial killer e fece una pernacchia a Fernando. Quest'ultimo si rifugiò ai box, da dove sarebbe partito.
"Bene" osservò il prosciuttello, "adesso è arrivato il momento dell'ultimo capitolo della saga fentasi per ragazzine più scopiazzata dalle autrici di saghe fentasi per ragazzini."
Voce fuori campo: "Diamogli un titolo in base a quello che faranno la tua macchina e quella del tuo collega vampiro, allora."

BREAKING DOWN: è arrivata la domenica, è arrivato il giorno della SoVrApPoSiZiOn3 tra Spagna vs Russia e il GP d'Austria. A nessuno importa nulla del fatto che i due eventi si sovrappongono, convinti come sono che Alonso potrà tranquillamente andare a vedere la partita causa ritiro imminente.
La gara è iniziata con gli ultimi stravolgimenti sulla griglia di partenza e la mancanza di un certo vincitore della 24 Ore di Le Mans dalla griglia di partenza. Il seguito è stato abbastanza movimentato, al punto che era difficile starci dietro e quelli che hanno guardato la partita immaginandosi il gran premio, potrebbero avere serie difficoltà a capire che cosa sia successo nel gran premio, quindi ecco un recap:
> alla partenza Raikkonen si è infilato like a boss tra le Mercedes, con il risultato che alla fine tutti hanno dovuto frenare perché non potevano passare sullo stesso tratto di asfalto sul quale stava passando anche il Gangster Rapper, Bo77as è quello che ci ha rimesso di più, ma si è infilato un peperoncino immaginario in un posto poco comodo e ha asfaltato tutti tranne il suo compagno di squadra, mentre gli altri erano impegnati a vagare a metà tra la pista e le vie di fuga;
> mentre le Mercedes sembravano destinate a una doppietta, Verstappino ha superato Raikkonen, dietro al quale si avvicinava anche Ricciardo;
> in partenza c'è stato un contatto Gasly vs Vandoorne che ha mandato quest'ultimo ai box e l'ha fatto rimanere ultimo e lontano dal penultimo per tutto il tempo, mentre "una Williams" - cit. telecronisti spagnoli (probabilmente guidata da Leclerc, quindi non una Williams) è andata a fare un giro per i prati che sembra non avere avuto conseguenze;
> gli Haas Bros facevano i fighi davanti a Vettel, uno di quelli che avevano vagato a metà tra la pista e le vie di fuga, che però li ha presi in breve tempo, relegandoli in settima e ottava posizione, davanti a Hulkenberg e Ocon, posizioni intoccate finché dopo 12 giri su un totale di 71 la vettura di Hulkenberg, credendo di avere Kovalainen al volante, è finita in una nuvola di fumo con un principio di fiammata;
> Carlito stava per entrare in top-ten ma è stato superato da Perez (il momento in cui è stato più vicino alle posizioni che contavano di tutta la gara - dopo il pitstop è precipitato indietro), il che ha fatto sì che ci fossero due Force India in top-ten, il tutto mentre nelle retrovie c'era un duello epico tra le Sauber che non veniva inquadrato dalle telecamere, anche perché di lì a poco (14° giro) è stata la vettura di Bo77as a dare forfait, con ingresso della virtual safety car;
> le Redbull e le Ferrari sono rientrate ai box tutte e quattro, complicando le cose a Gangster Hammi che si è ritrovato con tredici secondi di vantaggio su Verstappen e la possibilità di tornare in pista non meglio che quarto dopo un suo pitstop sempre più imminente;
> al restart Ricciardo ha superato Raikkonen e ha tentato di fuggire, cosa che però non gli è riuscita dato che le sue gomme hanno iniziato in tempi brevi ad essere poco performanti, formando un trenino con Raikkonen, Hamilton (dopo il suo pitstop) e Vettel;
> Ricciardo aveva problemi di gomme, Hamilton anche, al punto tale che si sono visti dei veri e propri solchi e si è iniziato a capire che almeno loro due non sarebbero arrivati in fondo senza un altro pitstop... il punto è che né Verstappen né le Ferrari sembravano avere lo stesso genere di problemi;
> superati rispettivamente da Raikkonen e da Vettel, i Riccilton sono rientrati ai box per la seconda sosta, Ricciardo subito dopo il sorpasso (37° giro), Gangster Hammi decisamente più tardi (intorno al 50° giro o giù di lì), mentre Verstappen e i Raikkonettel erano sempre più stabilmente in top-3;
> Ricciardo si è ritrovato Hamilton negli scarichi dopo la sosta di quest'ultimo, ma c'erano problemi decisamente peggiori a suo carico, dal momento che era sul punto di rimanere a piedi, cosa che ha fatto risalire Brendon Bitch in top-ten per qualcosa come una frazione di secondo, prima che uscisse di pista e fosse costretto al ritiro;
> a sette(?) giri dalla fine anche la vettura di Gangster Hammi si è ritirata anzitempo, la doppia rottura del motore indica chiaramente che c'è un kompl8 finalizzato a far vincere a Rosberg il mondiale: quello di presenza gufica, che tuttavia non gli verrà assegnato in quanto il doppio ritiro del suo ex team è avvenuto in sua assenza;
> senza che nessuno si accorgesse della loro presenza, RoGro e Kmag da quel momento in poi hanno iniziato a stazionare in quarta e quinta posizione, con RoGro all'inseguimento dei suoi primi punti stagionali nonché del miglior risultato della storia per il team americano (dalle stalle alle stelle nell'arco temporale di un gran premio);
> Alonso, che era risalito in top-ten dopo il ritiro di Hartley e il sorpasso su Leclerc, ha sopravanzato Gasly per l'ottava posizione (sesto e settimo c'erano i Force India Bros piuttosto vicini l'uno all'altro, ma visto che non si sono rigati le fiancate a vicenda sono passati del tutto inosservato), con il Pokemon in difficoltà nel finale, quando è stato superato da entrambe le Sauber;
> a pochi giri dalla fine Stoffy è andato a dormire nel proprio van, rientrando ai box dopo essere stato stabilmente ultimo fino a quel momento ed è stato anche classificato ultimo avendo completato oltre il 90% della gara, il tutto mentre Alonso incrementava il loro gap imbarazzante in classifica disertando Spagna vs Russia (partita il cui risultato finale ha rispecchiato quello di Abu Dhabi 2010);
> l'eroe della giornata è stato il Pollo Gigante, che dopo avere fatto due terzi di gara sulle gomme con cui era partito risalendo fino alla top-ten, stava rimontando dalle retrovie like a boss dopo la seconda sosta ed è andato anche a superare Leclerc per la nona posizione;
> pare che al'ultimo giro Ocon abbia superato Perez e che Leclerc abbia superato di nuovo Ericsson, ma questi duelli tra compagni di squadra non sono stati inquadrati /// su Twitter c'è gente che sostiene che si sia trattato senza dubbio di orribilihhhh ordinihhhh di scuderiahhhh /// alla fine si è scoperto che era stato chiesto a Leclerc di lasciar passare Ericsson in quanto su gomme più fresche e che, se Ericsson non fosse riuscito a superare Alonso, gli avrebbe reso la posizione;
> nei giri conclusivi Verstappino ha rallentato un po' il ritmo tanto che Raikkonen gli si stava avvicinando, ma al momento della bandiera a scacchi era ancora lontano dalla zona DRS, il tutto mentre su Twitter la madre di Chandhok (che in genere commenta la Formula 1 in modo piuttosto logorroico) osservava che c'era tanta gente con i colori olandesi sulle tribune e che non ha mai visto, in nessun circuito, nessuno che fosse omaggiato dal pubblico in modo così evidente... probabilmente la madre di Chandhok non ha mai visto, a titolo di esempio, quanta gente in tenuta ferrarista e quante bandiere della Ferrari ci siano a Monza o, sempre a titolo di esempio, il fatto che per vedere gente che non portasse la bandiera delle Asturie al GP di Spagna sia stato necessario avere una minoranza pro-Sainz tra il pubblico;
> le interviste post-gara sono state tenute anche oggi da Webber, che vista la fine fatta dal suo connazionale Dani-Smile (che ha festeggiato con classe il suo 29esimo compleanno), ha messo in pericolo la leadership di Leo 2.0 nella classifica gufatori;
> nella sala che precede il podio, c'è stata una scena ad alto contenuto di Raikkonettel, quando Vettel ha accarezzato un ginocchio al compagno di squadra seduto sul divanetto;
> attualmente Vettel è in testa alla classifica piloti e la Ferrari è in testa alla classifica costruttori;
> un articolo di Formula Passion, datato 30 giugno 2018, riportava un'intervista a Gianfranco Mazzoni, il quale osservava testualmente (non sto scherzando, questo articolo esiste davvero) che Hamilton non si ritirava da trentadue gran premi e che il punto di forza della Mercedes è l'affidabilità. #MazzoniWorldChampion #WebberWho?

RISULTATO: 1. Max Verstappen (Redbull), 2. Kimi Raikkonen (Ferrari), 3. Sebastian Vettel (Ferrari), 4. Romain Grosjean (Haas) 5. Kevin Magnussen (Haas), 6. Esteban Ocon (Force India), 7. Sergio Perez (Force India), 8. Fernando Alonso (McLaren), 9. Charles Leclerc (Sauber), 10. Marcus Ericsson (Sauber), 11. Pierre Gasly (Toro Rosso), 12. Carlos Sainz (Renault), 13. Lance Stroll (Williams), 14. Sergey Sirotkin (Williams), 15. Stoffel Vandoorne (McLaren), Rit. Lewis Hamilton (Mercedes), Rit. Brendon Hartley (Toro Rosso), Rit. Daniel Ricciardo (Redbull), Rit. Valtteri Bottas (Mercedes), Rit. Nico Hulkenberg (Renault).

Nessun commento:

Posta un commento