Pagine

martedì 12 giugno 2018

Commento all'eprix di Zurigo: 10 Giugno 2018

Ci sono giorni in cui resistere all'arrivo di un gran premio di Formula 1 che parte ale 20.00 è molto difficile. Non so perché, ma quando la stagione sta finendo, quindi per Messico / Stati Uniti, mi è più difficile che per il Canada. Sarà che per il Canada ho la tendenza ad essere pronta all'eventualità addirittura di perdermi tutta la gara, quindi è più facile accettare l'attesa, se potrebbe esserci uno scenario addirittura peggiore.
Una delle ragioni per cui non sentivo tanto l'ansia per l'avvicinarsi del GP del Canada era anche l'eprix di Zurigo, fissato per le 18.00 locali che sono anche le 18.00 italiane.
Tra parentesi, Zurigo è una città che ho visitato, mi pare che la data esatta fosse il 16 Marzo 2005, durante uno scambio culturale con la Svizzera, quando nella mia classe eravamo ospiti di studenti di una scuola dalle parti di St. Moritz. Ricordo che servirono varie ore di treno per raggiungere Zurigo e che in quella settimana di ore sui treni ne passai parecchie.
Tornando a noi, la Jaguar ha ottenuto la pole position per la prima volta nella storia della Formula E e nello specifico ha ottenuto la pole position proprio il pilota "preferito" delle tumblrere. È stata la prima gara di automobilismo a Zurigo (prego, ripetere questa nozione qualcosa come quaranta volte dietro fila), era da non so quanti anni che in Svizzera non c'erano gare di automobilismo e oltre a Buemi anche Heidi si può considerare il pilota di casa, perché Heidi è svizzera...
...
...
...
...okay, torniamo seri. Heidfeld abita nei pressi di Zurigo, a circa venti minuti di distanza.
Questa è la griglia di partenza, già aggiornata per le penalità (una sola, tre posizioni a Lopez per avere ignorato una bandiera gialla durante le prove libere):

1^ fila: Evans - Lotterer
2^ fila: Bird - D'Ambrosio
3^ fila: Di Grassi - Buemi
4^ fila: Prost - Lopez
5^ fila: Abt - Rosenqvist
6^ fila: Piquet - Heidfeld
7^ fila: Mortara - Da Costa
8^ fila: Lynn - Sarrazin
9^ fila: Vergne - Engel
10^ fila: Filippi - Turvey

Sintesi delle qualifiche: JEV è andato malissimo e il Volatile non poteva fare altro che sperare di rimontare, sempre ammesso di uscire indenne dalla vicinanza con quel soggetto poco tranquillo che partiva dalla seconda casella della griglia di partenza!
Tra parentesi, quel soggetto poco tranquillo mi ispira, perché guida in stile piloti delle retrovie in Formula 1 all'epoca dei duelli epici tra le Marussia e le Caterham. Non c'è da sorprendersi che in Formula 1 abbia guidato una Caterham.
La gara, che prevedeva 39 giri, è partita con una certa tranquillità. Quando l'Abete e Crashgateinho sono venuti a contatto, hanno sparso un po' di detriti ma non è stata necessaria la safety car e anche loro hanno proseguito imperterriti almeno finché ad entrambi non è stata esposta bandiera nera con cerchio arancione e non sono stati costretto a rientrare ai box.
La loro gara è proseguita, quella di Mortara che ha parcheggiato in una via di fuga all'ottavo giro non era ben chiaro, dato che l'inquadratura è andata presto a cercare altre vetture (ad ogni modo la garafica lo dava come ritirato).
Nel frattempo era arrivato il momento di annunciare i vincitori del fanboost...
...
...
...
...il cui risultato è stato mooooolto sorprendente: terzo Abt, secondo Di Grassi, primo Buemi...
...
...
...
...non me lo sarei aspettata proprio per niente, così come non mi aspetterei che Verstappino potesse vincere una classifica analoga in Formula 1, con i Vettelton secondo e terzo classificato in ordine random.
Davanti erano tutti abbastnza vicini: Evans aveva un po' di margine, ma l'ex Caterham Boy (che poi, boy, forse non è la definizione più adatta per uno che ha i capelli grigi) aveva il Volatile attaccato al fondoschiena. Attaccato al fondoschiena del volatile, invece, c'era Di Gratis, che al 14° giro l'ha superato.
Le prospettive di rimonta del Volatile si sono di conseguenza un po' ridimensionate, anche alla luce del fatto che Jev a quel punto era già arrivato in top-ten...
...
...
...
...ma chi se ne frega del duello per il titolo, c'era Di Grassi attaccato al posteriore di Lotterer, c'era indubbiamente da divertirsi. <3 Purtroppo il duello è durato poco. A quel punto Di Grassi si è ritrovato all'inseguimento di Evans, al quale ha iniziato ad avvicinarsi.
Attaccato al posteriore di Lotterer c'era di nuovo il Volatile e dietro al volatile c'era Buemi.
Poi c'è stato un duello tra JEV e Rosenbitch e un contatto tra questo e un muretto, che ha fatto entrare la bandiera gialla al 16° giro, almeno finché Rosenbitch non è riuscito a ripartire. Tra una cosa e l'altra Jev era già ottavo, quattro posizioni più indietro rispetto al Volatile.
Poi "Di Gratis" ha asfaltato Evans portandosi in testa al 18°, mentre da qualche parte lungo il circuito c'era l'ala anteriore di Rosenbitch, senza che nessuno se ne preoccupasse.
Jev l'ha preso in pieno al 19° giro, superando frattanto D'Ambriiii, due posizioni di gap con il Volatile, che a sua volta era stato superato da Buemiiii. Poi la gara è andata in full course yellow per detriti e, dato che eravamo al 19/20° giro, tutti ai box in branco! Jev ha perso un po' di tempo ai box, dove ha avuto qualche problema nel ripartire. Si è ritrovato in nona posizione dietro a D'Ambriiii e Prost...
...
...
...
...ma ero certa che le sorprese erano dietro l'angolo.
Di Grassi nel frattempo era stabilmente in testa e, al restart, era anche abbastanza distante dai suoi inseguitori, con Evans e Lotterer che invece erano molto vicini. Poi Jev ha superato Prost e i telecronisti l'hanno scambiato per Lotterer che superava Evans. È stato acclamato per il sorpasso, una volta appurato che era Jev.
Poi, a pochi giri dalla fine, sono stati penalizzati diversi piloti per eccesso di velocità in regime di full course yellow. Sono stati penalizzati Evans, Lopez, Lotterer (noooohhhhh) e Buemi.
Il Volatile ha recuperato posizioni.
Ne ha recuperate anche Jev...
...
...
...ma un giro più tardi è stato penalizzato anche lui ed è tornato in pista nelle retrovie.
Lotterer, Evans e Buemi erano nel frattempo tra la quarta e la sesta posizione, non avevano neanche perso più di tanto, mentre terzo c'era nientemeno che D'Ambriiii, che quando qualcuno viene penalizzato in genere non manca mai! Prost nel frattempo si perdeva in una via di fuga, ma nevermind, c'era la gara di Jev da seguire! C'era da scommettere che dalla 13^ posizione sarebbe risalito in top-ten prima della fine della gara.
A tre giri dalla fine Buemiiii ha superato Evans, ma who kers! Jev si è ritrovato in quel momento decimo: Lopez, qualche posizione più avanti di lui, è andato a sbattere. Con il punto conquistato Jev ha salvato il salvabile, ovvero ha mantenuto comunque un abbondante vantaggio nei confronti di Sam Bird, che lo insegue a 23 punti di distanza quando mancano ancora le due gare al termine della stagione, i due eventi dell'eprix di New York, che si svolgerà nel mese di luglio.
Si potrebbe quasi dire, di fatto, che Jev abbia il mondiale in tasca...
...
...
...
...a meno che, tra due settimane, non trascorra il proprio tempo verniciando muretti e litigando con chiunque gli capiti davanti.
O a meno che la prossima volta non si impantani lungo la pitlane e che la volta dopo non abbia problemi al cambio che lo fanno precipitare nelle retrovie.
O a meno che non rientri ai box per marcare qualcun altro, ritrovandosi dietro a Petrov per tutto il resto della gara.
Le ultime due soluzioni suggerite hanno poche possibilità di verificarsi, visto che le circostanze che Jev e i suoi colleghi si troveranno ad affrontare saranno molto probabilmente estremamente diverse da quelle a cui ho accennato, così come difficilmente potrebbe verificarsi anche la prima, ma non dobbiamo dimenticarci che tutto è possibile e che sappiamo tutti com'è andata a finire l'anno scorso per Buemi.
Jev: "Ma è diverso. L'anno scorso Sebby ha saltato due gare perché puntava a vincere sia il campionato di Formula E sia quello di endurance, andando a finire che non ha vinto nessuno dei due."
Buemi: "F*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck, f*ck."
Jev: "Sebby Primo E Unico, esci da questo corpo! Il nostro Sebby non può sbraitare in altre lingue se non in francese!"
Buemiiii: "E oggi imprecherò parecchio, dato che il mio Am1K3Tt0 Di Gratis ha vinto e salirà sul podio senza di me. Vorrei essere accanto a lui, per poterlo buttare giù."
Di Gratis: "Taci, kriminalehhhh. Nessuno ti ha mai detto che l'eccesso di velocità in regime di virtual safety car è un reato gravissimo contro l'umanità?"
Buemiiii: "No."
Di Gratis: "Nemmeno le fungirl di Tumblahhhh?"
Buemiiii: "No."
Di Gratis: "Strano, dato che sei brutto come la fame. Di solito i piloti brutti sono anche pericolosissimi."
Buemiiii: "Io invece sono un figonehhhh beliximohhhh secondo i Tumblr standard, l'unico vero kriminalehhhhh è Evans."
Di Gratis: "Chi?"
Evans: "Non sono Will Stevens."
D'Ambriiii: "Chi è Will Stevens?"
Di Gratis: "Non preoccuparti di lui, non ha sicuramente due occhi azzurri belli come i tuoi. Renderai questo podio un posto migliore."
D'Ambriiii: "Non essere così romantico, però, che se no le fungirl di Tumblahhhh sono gelose."
Il Volatile: "Perché nessuno mi prende in considerazione?"
Di Gratis: "Non lamentarti. I piloti meno presi in considerazione di solito sono quelli che hanno maggiori probabilità di vincere titoli a caso."
Il Volatile: "Ma se così fosse, il Gufo di Interlagos avrebbe vinto più titoli delle gufate che ha fatto!"...
...
...
...
...a proposito del Gufo di Interlagos, secondo voci di corridoio (pettegolezzi su Twitter) pare che Nelsinho Piquet abbia dichiarato che l'arrivo di Felipe Massa nella stagione 2018/19 sarebbe immeritato PeRcHé iL SuO MaNaGeR è NiKoLaS ToDt ChE gLi Ha SpIaNaTo La StRaDa!!111!!!111!!11!!!1!!
Credo che Nelsinho Piquet dovrebbe andare a riguardarsi le statistiche dei piloti di Formula E prima di arrivare in Formula 1. Per risultati ottenuti in campionati maggiori open-wheel prima dell'approdo in FE, Massa sta esattamente al secondo posto in classifica per risultati (dietro a Jacques Villeneuve, 1 titolo in Formula 1 e 1 titolo in Indycar, con un totale di 14 gare vinte nei campionati maggiori open wheel) e ha avuto da solo più o meno lo stesso numero di partecipazioni in Formula 1 di quanto non ne abbiano avute tutti gli altri ex piloti di Formula 1 presenti sulla griglia di partenza della Formula E.
La realtà dei fatti è che la Formula E non ha mai avuto l'obiettivo di promuovere giovani talenti (che ormai, alla sua età, Piquet Jr comunque non sarebbe più), quanto piuttosto di "riciclare" piloti che si erano visti altrove. L'ingaggio di Massa per la prossima stagione è il primo passo verso un'apertura alla presenza di ex piloti di Formula 1 i cui nomi sono conosciuti anche dal telespettatore occasionale e verso l'apertura, da parte degli stessi piloti con un nome più conosciuto di quelli attualmente in Formula E, a un campionato che nei suoi primi anni è stato spesso lungamente snobbato.
Certo, il rischio è che la Formula E venga vista come una serie di ripiego per piloti che non hanno più possibilità di gareggiare in Formula 1, ma è lo stesso modo in cui la Indycar è stata vista per anni dagli appassionati europei di motori. Con un po' di pazienza e un po' di apertura mentale, prima o poi la gente si renderà conto che F1 e FE possono essere apprezzate anche dallo stesso tipo di appassionati.

RISULTATO: 1. Lucas Di Grassi (Audisport Abt), 2. Sam Bird (DS Virgin), 3. Jerome D'Ambrosio (Dragon Racing), 4. André Lotterer (Techeetah), 5. Sebastien Buemi (eDams Renault), 6. Nick Heidfeld (Mahindra), 7. Mitch Evans (Jaguar), 8. Antonio Felix Da Costa (Andretti), 9. Oliver Turvey (NIO), 10. Jean-Eric Vergne (Techeetah), 11. Maro Engel (Venturi), 12. José Lopez (Dragon Racing), 13. Daniel Abt (Audisport Abt), 14. Stephane Sarrazin (Andretti), 15. Felix Rosenqvist (Mahindra), 16. Alex Lynn (DS Virgin), Rit. Nicolas Prost (eDams Renault), Rit. Luca Filippi (NIO), Rit. Nelsinho Piquet (Jaguar), Rit. Edoardo Mortara (Venturi). // Giro più veloce: André Lotterer.

Nessun commento:

Posta un commento