venerdì 4 maggio 2018

Sato vs Hinchcliffe, le fungirl e la gara commentata con i giudizi sommari delle fungirl stesse

Correva l'anno 2013 ed era il 5 Maggio, data ormai imminente. Quel giorno veniva disputata la Sao Paulo Indy 300, su un circuito cittadino il cui percorso è sempre quello del carnevale di Sao Paulo.
Come vuole la tradizione, Sao Paulo non è un territorio promettente per i piloti di casa, specie se questi non rispondono al nome di Felipe Massa.

Quel giorno Takuma Sato, che veniva da una vittoria a Long Beach nell'appuntamento precedente, era in lotta per la vittoria con James Hinchcliffe.
Quest'ultimo non è né biondo, né ha gli occhi azzurri, però curiosamente sembrava piacere parecchio a delle fungirl che vedevo sulla mia bacheca di Twitter.

Ad un tratto lessi qualcosa di terrificante. Ovviamente la filosofia di vita, da quelle parti, è screditare gli avversari del tuo *fave*, perché si sa, apparentemente dire "il mio fave ha vinto battendo dei brocchi" ha più traino che dire "il mio fave ha vinto battendo degli avversari fortissimi". Che poi ci sia una via di mezzo tra le due cose è un dato di fatto, ma non sui social.
Una fungirl di Hinchcliffe, divenuta per l'occasione hater di Sato, osò paragonare Sato a Ide, facendomi cadere nello sconforto...

Nessun commento:

Posta un commento